#MILANO #CIS – Idoneità e Regolarità Statica

#MILANO #CIS – Idoneità e Regolarità Statica

Come molti sapranno il Comune di Milano ha approvato, con Deliberazione n. 27 del 2 ottobre 2014, il nuovo regolamento edilizio. Modifica sicuramente necessaria ed attesa per lungo tempo, considerando soprattutto i grandi mutamenti in atto nella città di Milano.

Icona

Regolamento Edilizio del Comune di Milano (2016) 835.78 KB 295 downloads

Regolamento Edilizio del Comune di Milano (2016) Testo modificato a seguito dell'approvazione...

 

La novità dell’art.11.6

Quello che però non molti hanno letto è il paragrafo 6 dell’art. 11 dove vengono introdotti rivoluzionari concetti di “MANUTENZIONE E REVISIONE PERIODICA DELLE COSTRUZIONI “.

Si vede infatti che secondo il nuovo regolamento è necessario provvedere a un verifica di idoneità statica degli edifici esistenti a seconda dell’età dell’edificio e della tipologia di intervento prevista.

Citando il R.E. : “A tale verifica dovranno essere sottoposti anche gli edifici interessati, per almeno la metà della loro superficie, da cambio di destinazione d’uso, da interventi di manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo e ristrutturazione …” [R.E. art.11 par.6]

Quindi sintetizzando, se si interviene su un edificio esistente in una delle modalità sopra citate è necessario verificare che l’edificio sia conforme alla normativa vigente all’epoca dell’ultimazione dell’edificio e inoltre evidenziare eventuali elementi che non risultano verificati secondo le normative attuali.

Il regolamento non si limita però ai soli casi di intervento sull’esistente, ma prevede anche un piano di manutenzione e verifica che comporterà la certificazione progressiva di tutti gli edifici sprovvisti di collaudo statico o con collaudo scaduto.

Infatti : “Tutti i fabbricati, entro 50 anni dalla data di collaudo delle strutture, o in assenza di questo, dalla loro ultimazione, dovranno essere sottoposti ad una verifica dell’idoneità statica di ogni loro parte secondo la normativa vigente alla data del collaudo o, in assenza di questo, alla data di ultimazione del fabbricato, che dovrà essere certificata da un tecnico abilitato.”

La scadenza temporale

Secondo la seguente scadenza temporale :

Entro 5 anni dall’entrata in vigore del presente Regolamento, tutti i fabbricati esistenti ultimati da più di 50 anni o che raggiungeranno i 50 anni in questo periodo non in possesso di certificato di collaudo, dovranno essere sottoposti a tale verifica e certificazione.

Entro 10 anni dall’entrata in vigore del presente Regolamento, tutti i fabbricati esistenti con data di collaudo delle strutture superiore a 50 anni o che raggiungeranno i 50 anni in questo periodo, dovranno essere sottoposti a tale verifica e certificazione. Il certificato di idoneità statica dovrà anche indicare gli elementi strutturali che potrebbero non essere idonei per le normative vigenti al momento della redazione del certificato stesso pur non inficiandone la sua regolarità. 

Inoltre : “Nel caso del mancato rilascio di tale certificazione nei limiti temporali previsti viene meno l’agibilità dell’edificio o delle parti di questo non certificate. In caso di compravendita i notai dovranno allegare tali certificazioni all’atto di vendita.” [R.E. art.11 par.6]

Per il testo integrale si rimanda al Regolamento Edilizio di Milano.

Icona

Regolamento Edilizio del Comune di Milano (2016) 835.78 KB 295 downloads

Regolamento Edilizio del Comune di Milano (2016) Testo modificato a seguito dell'approvazione...